10 consigli per la neo mamma

Prima di diventare mamma avrei voluto sapere diverse cose che in fondo non dice nessuno. Ecco 10 consigli per la neo mamma da leggere tutto d’un fiato. 

Se ci affidiamo ai messaggi dei giornali e della Tv  sembra che mettersi il bikini  o tornare sul tappeto rosso bellissime e piene di energia 10 giorno dopo il parto sia normalissimo.

Ma non è così, non illudiamoci!

La maternità è la sfida più grande di ogni donna, eppure non ci sono scuole o corsi che ci preparino o almeno ci diano un’idea di quello che ci aspetta.

10 consigli da seguire per essere una neo mamma serena e senza troppe illusioni

1) Passare a letto le prime settimane

Il miglior modo per SOPRAVVIVERE alle prime settimane con un neonato senza problemi è passarle a LETTO, in un ambiente caldo e accogliente. Preparate il vostro NIDO in anticipo. Mangiate, dormite, allattate, guardate e accarezzate il vostro bambino e istruite nelle faccende da sbrigare chi vi aiuta senza (quasi) lasciare la vostra camera da letto. 

2) Gli sbalzi di umore sono normali

Quando si è una neo mamma, è normalissimo sentirsi FELICISSIME un momento e DISPERATISSIME il momento dopo👻 Dal punto di vista della natura neomamma ha un solo scopo – accudire al meglio il nuovo arrivato. Come? Grazie agli ormoni che da una parte la mettono in sintonia con il suo bambino, ma dall’altra la rendono IPERSENSIBILE a tutto e a tutti. Esempio: Cordone ombelicale arrossato? Un’ottimo motivo per piangere singhiozzando per mezz’ora. 

3) I parenti vi daranno consigli non richiesti

”Non hai latte – lo abitui male tenendolo in braccio – ha freddo o caldo – è nervoso perché sei nervosa tu – piange troppo – portalo dal medico.” Ragazze, non importa se siete adolescenti o delle mamme con anni di esperienza, questi consigli arriveranno e vi faranno dubitare delle vostre decisioni. Informatevi e createvi un nucleo di supporto che vi proteggerà e vi farà pensare con la vostra testa nei momenti più difficili. Vostro marito, se ben informato, può diventare il vostro protettore, trovate anche un ostetrica di fiducia oppure i post di JustMamma che potete salvare sul cellulare e mostrare ai “ficcanaso” in caso di necessità. 

4) Trovare un gruppo di mamme (anche online)

Trovare un gruppo di mamme con bambini della stessa età è più terapeutico che andare dallo psicologo. Nessuno vi può capire meglio di un’altra neo mamma nella stessa situazione. Le vostre ami che senza figli o con figli già grandi, i mariti, i parenti non vi potranno mai dare lo stesso senso di APPARTENENZA e lo stesso SUPPORTO psicologico che una gruppo di neo mamme vi può dare. Investite il vostro tempo in gravidanza per trovare altre future mamme.

5)  L’allattamento è un vostro alleato

L’allattamento è sì faticoso all’inizio ma è anche il vostro più grande alleato per un sonno (quasi) ininterrotto. Imparate ad allattare da sdraiate e dormire con il bambino. In questo modo non dovrete alzarvi ogni volta che il bambino si sveglia e farete meno fatica a farlo riaddormentare. In più, il vostro latte è il miglior sonnifero sia per il bimbo che per voi.

6) Non prendete impegni lavorativi

Lo so, ora vi sembra che riuscirete portare a termine quel progetto per il vostro capo mentre la bimba dorme o mentre l’allattate nel marsupio. Ma, a meno che non sia questione di vita o di morte, EVITATE di PROMETTERE niente a nessuno. Non vi immaginate quanto le vostre abitudini e le vostre priorità cambieranno!

7) Non invitate amici e parenti a “conoscere” il bambino

Avvisate tutti che subito dopo il parto avrete bisogno di un po’ di tempo per riprendervi e stare insieme alla vostra famiglia. I curiosi DEVONO mettersi d’accordo con voi prima di presentarsi alla vostra porta.

8) Avvisate gli ospiti

Ricordatevi di accennare a tutti gli ospiti che non avete tanto tempo per la spesa e per cucnare e sarebbe un grande aiuto se per esempio passassero al supermercato prima della visita o addirittura vi portassero un pranzetto fatto in casa. Così mentre voi mangiate, loro possono tenere il bambino.

9) Fate delle scorte

Parlando di cibo già nell’ultimo periodo dell’attesa abituatevi a cucinare un po’ di più e congelare  una porzione o due dei vostri piatti preferiti. I primi mesi le cose possono essere davvero caotiche Io, per esempio pranzavo spesso alle 5 di pomeriggio, perché mia figlia dormiva sul seno e ciucciava tutto il giorno (e tutta la notte) e molte volte non mi potevo muovere.

10) Preparatevi al disordine

Se siete abituate a una casa splendente e profumata dovete abbassare le vostre aspettative di pulizia. Mollate per ora le faccende di casa secondarie, al bambino non importa avere il body stirato e per vostro marito è più importante avere accanto una donna sorridente e (abbastanza) riposata che i soprammobili spolverati. A proposito di soprammobili – metteteli via per il momento, organizzate la vostra in casa in modo che richieda meno lavoro possibile.

Care mamme, siete d’accordo? Cosa aggiungereste? Scrivetecelo nei commenti.

Natalia

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ottieni altri articoli simili
nella tua email

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere articoli su Gravidanza e Maternità

Grazie per esserti iscritta! Non te ne pentirai!

Qualcosa è andato storto...