La musica in gravidanza

Quello su cui vorrei farvi riflettere oggi è in particolare l’effetto della musica sull’organismo unico mamma – bambino.

Nella vita intrauterina il bimbo cresce all’interno di un altro organismo, dal quale trae nutrimento fisico ma soprattutto energetico ed emozionale.
Il bimbo sviluppa molto presto il suo sistema sensoriale, è quindi immediatamente recettivo ai suoni, alle vibrazioni e alle emozioni.

Pensate all’effetto di essere cullati dalle vibrazioni sonore che si traducono in dolci movimenti all’interno del liquido amniotico, immersi in una dose esagerata di endorfine e di energia di amore che la mamma produce rilassandosi con l’ascolto di musica particolare.

Parlo di una musica speciale: uno speciale accordo “432 Hertz per creare frequenze e armonici che risuonano con le nostre cellule e con le strutture del nostro corpo, con il mondo intorno a noi e con l’universo.” (cit. Emiliano Toso) che permette alle cellule di dividersi e moltiplicarsi in un ambiente salubre.

Uso la musica di Emiliano Toso – musicista compositore e biologo cellulare – come si definisce lui, per indurre nelle mamme e nei papà un profondo stato di rilassamento.

Bisogna creare un’abitudine positiva durante la gravidanza, che permetta alla famiglia in attesa di creare un legame più tangibile con il bimbo in arrivo.
Ma mi capita anche di consigliare l’ascolto di questa musica per mantenere la pressione sotto controllo, per prepararsi al parto – riducendo i livelli di ansia – ma la cosa più bella è quando invece le coppie decidono di usare la musica già dal momento del concepimento permettendo alla magia della vita di manifestarsi in un oceano di amore.

Se siete in gravidanza (ma anche se non lo siete) e volete rilassarvi, eccovi un piacevole ESPERIMENTO:

Dedicatevi 5-10 minuti la giorno se possibile dopo aver fatto una doccia o un bel bagno rilassante:

📌Preparate una tisana
📌Accendete le candele
📌Mettetevi comodi in poltrona
📌Abbassate le luci
📌Rilassate il respiro e la mente
📌Fate diffondere profumo di lavanda o rosa (se non vi da fastidio)
📌Possibilmente accoccolatevi con il vostro partner
Create una connessione con il bimbo, parlandogli, toccando la pancia o mandandogli pensieri di amore e pace

E immergetevi dolcemente nell’ascolto di questa musica speciale – in fondo come dice Emiliano – ogni organismo è “un mare di cellule sotto un cielo di musica”.

Viviana (ostetrica) di JustMamma

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ottieni altri articoli simili
nella tua email

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere articoli su Gravidanza e Maternità

Grazie per esserti iscritta! Non te ne pentirai!

Qualcosa è andato storto...